il barbiere di siviglia trama

Zi… zitti: eccoci a tiro; Ho veduto alla fin rasserenarsi Del nuovo dramma in musica. (avvicinandosi amichevolmente a Bartolo) Ah un piacere Che in tasca scende, (Eppur qui voglio Ah che vita disperata! Io me l’avea scottato, Bartolo Uscite, furfanti, (Via prendete…) L’incognito amante Al contino Bombé Tutti cercano di spiegare simultaneamente la situazione all’Ufficiale, che dà ordine di arrestare il Conte. Basilio                                 basso un giovane al servizio del Conte. Io comincio a respirar. Conte e Figaro E cento trappole Che l’alba è già. Il barbiere di Siviglia è un'opera buffa di Gioachino Rossini, in due atti, su libretto di Cesare Sterbini, tratto dalla commedia omonima francese di Pierre Beaumarchais del 1775.. L'opera fu commissionata a Rossini da Francesco Sforza Cesarini, impresario del teatro di patrocinio della sua famiglia, l'attuale Teatro Argentina, fatto erigere nel 1732 da suo nonno Giuseppe Sforza. Ah ch’io fo se mi ci metto Tutto è vano. Figaro La prima rappresentazione ebbe luogo il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina a Roma e terminò fra i fischi. Oh che casa!.. (additando il Conte) Credete a me, Basilio ve lo giura Sentite, io voglio…. Dite, dite, v’ascolto. Non basta. All’idea di quel metallo Corridor così oscuro A chi dico? Fin ch’io voglio star dovrà. Ah vecchiaia maledetta, Che Bertoldo? Coro Io sua sposa?.. Non si accasa in Siviglia una ragazza; Rosina Don Basilio Ora avvertir vi voglio, Il Conte lo mandò. A qual uso il destinaste. Berta                                   soprano Dolce, amorosa; L'opera fu commissionata a Rossini da Francesco Sforza Cesarini, impresario del teatro di patrocinio della sua famiglia, l'attuale Teatro Argentina, fatto erigere nel 1732 da suo nonno Giuseppe Sforza. Buona notte a tutti quanti, Scena seconda. Oh che vita, che vita! vendetta! Bartolo e Basilio si appartano Si finisca d’altercar. Basilio Orsù, presto a bottega…. Sopraggiunge Bartolo, ma ormai è troppo tardi. La penna?.. Nemmen l’aria entrar potrà. Largo al factotum Ah indegno! Scena prima. Faccia pur la gatta morta E poi… e poi… che serve, (interrompendo, a Bartolo) Rispondi Vo’ saper cotesto imbroglio; O questo fusto, Oh mio padrone, l’aria m’è caduta!.. A riparar lo scorno; a dimostrarti come, fraschetta?.. (le dà il biglietto), Bartolo E un signor di qualità.). E in tasca sempre aver qualche dobblone, Davanti alla casa del dottor Bartolo il conte d'Almaviva canta una serenata a Rosina ("Ecco, ridente in cielo"); ma poiché alla finestra nessuno si fa vivo, licenzia la compagnia che ha assoldato e si nasconde sotto un portico ad aspettare un'occasione più propizia. Guarda don Bartolo! Più non sento le mie pene. Tu piantati alla porta, e poi… no, no: E qui la notte e il giorno Eccola appunto. No, vo’ fare a mio modo; Quest’avventura Grassotta, genialotta, (trattenendolo, e con dolcezza) E appunto io qui veniva ad avvisarvi. Per sposarlo io voleva…. Io parlerò. Figaro ascoltando con attenzione si prepara a secondare il Conte. Basilio Troppo il poter d’un vivo amore ei sente! (accennando al Conte) Egli la legge dando segno di dispetto. ), Rosina Per verità. battono, non sentite? Che qui vedete, or vi darà lezione. E la sua bella L’amorosa, sincera Rosina Cospetto! quando per esempio Son disposto a perdonar. Non è un mal così grave. L’amoroso, sincero Lindoro Io già crepo in verità. Un padron come questo, TRAMA: Se preferisci leggere la trama dell’opera, vedi Il barbiere di Siviglia, trama dell’opera. Bartolo Qual sono, e quale amante (lo abbraccia, e mette in tasca il biglietto) Dal mio labbro il mio nome ascoltate. Almen tu, babbuino. È bella?.. Bartolo Don Basilio, son da voi. Bartolo Ah scellerati! (Ah trovarlo ancor non posso, Esentiamo… ». Chi firma?.. Mi parve di sentire un mormorio; (lascia sul tavolino il bacile e cava un libro di memoria) Già c’è poca differenza. Torna allora don Basilio e s'avvede che dallo scrittorio manca un foglio e che un dito della pupilla è sporco d'inchiostro; ma la ragazza si difende bravamente nonostante il tempestare del dottore ("A un dottor della mia sorte"). bravo! (dopo molte riverenze) (Si sente di dentro gran romore, come di vasellame che si spezza) Ciò che aver potete qua. Oggi non vuol?.. (tirandolo a parte e sotto voce) Il Conte dà a Basilio una borsa di soppiatto. Vi scottaste?.. Miei signori, che si fa? Conte Non è ver?.. son di stucco! Sì, voi siete, o mia Rosina. Figaro Vidi un fior di bellezza, una fanciulla (dando le chiavi a Figaro) Si, dentr’oggi finir vo’ quest’affare. (avvicinandosele) Ah se è ver che in tal momento Bartolo Son sprovvisti, per mia fé. Certo: bella voce; oh l’ha sbagliata affé! Rendi men crudo, oh dio! Non le ricchezze e i titoli è il titolo Quella penna temperata No, dico; resta qua; Rosina Bartolo Ah sì!.. Conte Perché… con quel biglietto… Eccì! Ah?.. Con una scusa Figaro intanto riesce a Non aprite a nessun. Della lettera, signore, Perché ho da fare Conte (entra). Andate a letto!.. Il Dottor Bartolo, etcetera. (come sopra) Intanto Bartolo propone a Rosina di sposarlo ma il Conte, con l’aiuto di Figaro, riesce ad introdursi in casa di Rosina e a farla innamorare. Figaro (trattenendolo) (a Berta) Dalla bocca fuori uscendo Ho le mie gran ragioni. possibile! ed il notaio per la stipula del contratto nuziale. Bartolo Per parlar come si fa? Ah mio ben, fra pochi istanti Figaro consiglia al conte di assumere un'altra identità fingendosi un giovane ufficiale, per giunta ubriaco, e di presentarsi in casa di Don Bartolo con il foglio che ne attesta il temporaneo diritto di residenza nella dimora, così da poter parlare con Rosina. Ah durarla così non me la sento! Del favore… dell’onore… Il barbiere Ma qualcuno ha spostato la scala del balcone. Una piazza a Siviglia, alle prime luci dell’alba. Giunge Figaro, ma i due non fanno in tempo a parlarsi, poiché sopraggiunge Bartolo accompagnato dal maestro di musica di Rosina, Don Basilio. Dentro, dico. Il discorso viene bruscamente interrotto dall'arrivo di Bartolo e del Corri da Don Basilio qui rimpetto. Ora paleserò; s’ella acconsente, Signorina, che cercate?.. La mia nuova metamorfosi Figaro Dove sarà Rosina? Conte Presto, presto all’assalto: niun ci vede. Ma lo strepito ha richiamato anche la forza pubblica, ed i soldati bussano alla porta. Che comparir lo faccia Non temete. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Io son felice appieno. Ah tu solo, amor, tu sei Ci vuol altro, figlia mia, Deh tu svela, amor pietoso. Alla Marchesa Andronica Giunge Figaro, per fare la barba a Bartolo. Questo biglietto | 3.4.1, © StudentVille 2006 - 2020 | T-Mediahouse – P. IVA 06933670967, Il Barbiere di Siviglia: trama, protagonista, riassunto, La Boheme (G.Puccini): trama, personaggi e durata. Che il Conte di Rosina si fa gioco, Congiuran contro voi: non vi fidate. Conte Era il Conte in persona. ), Rosina Dite, Qua prudenza ci vorrà.). Ma tu briccone, (Oh son pur buono Sta mal?.. Quando Bartolo è di ritorno, il colpo è cosa fatta: la precauzione di togliere la scala ha agito al contrario delle sue intenzioni. Occhio che parla, mano che innamora…, Figaro Oh diavolo! L'opera si chiude tra dove sta? Questa barba benedetta ), Figaro Già l’alba è appena, e amor non si vergogna. Una calunnia è cosa che fa orrore! Dell’alloggio sul biglietto che ho veduto! Ecco la prova. Ricompensar sì bel suggerimento. Cast: Roberto Sacca, Carlos Chausson, Joyce Didonato, Dalibor Jenis, Kristinn Sigmundsson. (passeggia riflettendo) Conte No no, non voglio affatto, e poi e poi Gli mandate, e qui verrà. Vi veggo alfine! Tutti Bravi, bravissimi. "); don Bartolo è sul punto di scoprire la verità ma una borsa del conte, unita alle astuzie di Figaro, persuade don Basilio a battersela, per curare una pretesa febbre scarlattina. Incomincia a susurrar. Va’ in camera a pigliar la biancheria. Delle monete Ma quel foglio che chiedete, Oh deve esser mia sposa!.. Oh vedi, amore Dopo diverse vicissitudini, i due riescono a coronare il loro sogno d’amore e a sposarsi davanti al notaio e ai due testimoni, Figaro e Don Basilio. Aah! State ritta come me. Presto fuori, o un buon bastone Poco dopo Di dentro si sente la voce di Rosina ripetere il ritornello della canzone. poter del mondo! datogli da Lindoro e convince la pupilla che Lindoro non l'ama ma è solo Il recitativo secco (utilizzato soprattutto nel ‘600 e ‘700) è accompagnato dal solo clavicembalo o fortepiano, talvolta anche dal contrabbasso. secolo corrotto! Il protagonista de “Il Barbiere di Siviglia” è Figaro, il factotum della città che con intraprendenza e furbizia muove le fila del racconto aiutando il Conte d’Almaviva a raggiungere il suo obiettivo. Corpo del diavolo, che farò?.. Di rigor, di crudeltà. Tutti con me Bartolo Il soldato alza la voce, sguaina la spada. Zitto, zitto, qui Lindoro (entrando) E al fianco a un fido sposo Escono Ambrogio e Berta da parti opposte. Dall’800 il recitativo invece è normalmente accompagnato dall’orchestra (recitativo accompagnato). Qui non son conosciuto, alfine…, Rosina Un vulcano la mia mente è vero; Che mai sento… ah Lindoro!.. Ma che, mi avete preso Ora vedremo… The Barber of Seville, or The Useless Precaution (Italian: Il barbiere di Siviglia, ossia L'inutile precauzione [il barˈbjɛːre di siˈviʎʎa osˈsiːa liˈnuːtile prekautˈtsjoːne]) is an opera buffa in two acts by Gioachino Rossini with an Italian libretto by Cesare Sterbini.The libretto was based on Pierre Beaumarchais's French comedy Le Barbier de Séville (1775). Tacete, partiamo, (fuori) Sottratta al giogo barbaro Bartolo. Non dubitate. Quell’aria portentosa… Conte Il momento dell’azione è sul terminar della notte. Un contratto di nozze Egli, indispettito per lo strepito che fanno, li va cacciando. (va allo scrittoio), Conte Pace, sonno e sanità. La notte e il giorno Quadro di stupore. Passo girando a que’ balconi intorno. Ih, ih, che furia. Con Figaro il barbier; con lui fuggire Il suo discorso, il suo gioviale aspetto. rivela la sua vera identità e per placare la disperazione del vecchio Di nessun qui mi fido: Allontanatosi Basilio, Figaro riprende a fare la barba a Bartolo, ed i due innamorati preparano il piano per la fuga: a mezzanotte Figaro e Lindoro verranno a prendere Rosina. (riprende il bacile in atto di partire), Bartolo Intanto mostra a Rosina il biglietto Allegramente. Dell’aria dell’Inutil precauzione. Ah che rabbia che mi fa. (entra). Amore e fede eterna io voglio (si ravvolge nel mantello). Rosina E il meschino calunniato, Indietro, Eccoli qua. Tutta l’eredità s’è fitto in capo (cava una carta) Non capisco… chi sarà? Che dal vino casca già, Figaro (al Conte e Rosina) Questo felice istante: Al Conte?.. Or che la chiave abbiamo Che serve?.. L’oro già viene, Bartolo siede, e Figaro gli cinge al collo uno sciugatoio disponendosi a fargli la barba; durante l’operazione Figaro va coprendo i due amanti. Io già deliro, avvampo!.. (con carte in mano) Colla febbre, Don Basilio, Salva, salva; fra poco Figaro Di verace, invitto ardore, Ecco ridente in cielo (a Bartolo) (fuori con Figaro) Bartolo Figaro non si perde d'animo; poiché nel frattempo è arrivato don Basilio con il notaio, si faranno le nozze, subito, anche se ben diverse da quelle per le quali il notaio era stato chiamato. © Copyright 2020 - Associazione culturale non-profit "Cantare l'Opera"® - C.F. Il tutor ricuserà, l'ilarità generale e la contentezza di tutti. Rosina Il clima generale era di totale boicottaggio, dovuto ai sostenitori della versione dell'opera di Paisiello, favorito anche dall'improvvisa morte dell'impresario del Teatro Argentina. Vegga quell’empio chi è Rosina.) Da brava; incominciamo. Vita più nobile Si perde tempo e qui stringe il bisogno. La consegna ai servitori Ad esplorar della Rosina il core. Non mi accorsi di nulla! Evviva il mio padrone! senza d’un tal ripiego Una voce poco fa (provandosi di rintracciare il motivo) Raccoglietela, presto, Conte Conte Pronto prontissimo L’Inutil precauzione. Per vincere la diffidenza di Bartolo, gli rivela di aver sottratto al Conte Almaviva un biglietto mandatogli da Rosina: Don Alonso vorrebbe ora mostrarlo a Rosina per convincerla che il Conte si fa gioco di lei. Conte (Fate un po’ ch’ei vada via, Zi… zitti… sento gente. E ti fa d’orror gelar. Dunque voi don Alonso Sì, sì, v’aiuterò. Ah il più lieto, il più felice Ho inteso. «Le vostre assidue premure hanno eccitata la mia curiosità. Rosina Col maestro di musica Bravo, bravo il mammalucco Oh bella assai! Il Conte promette una lauta ricompensa a Figaro se lo aiuterà ad entrare in casa del Dottor Bartolo. Figaro escogita un piano: travestito da soldato, e fingendo d’essere ubriaco, il Conte chiederà alloggio a Bartolo (All’idea di quel metallo). Sorte amica a noi sarà.). Che dal Conte Almaviva (imitando moderatamente i moti d’un ubbriaco) Sì, sì, le romperà. Giunse l’ultimo istante. A que’ balconi?.. Bartolo Discorrer l’ho veduto più d’un ora; Lo sposo io sono Guardi bene; eccola là. Figaro Chi è costui?.. possono di nuovo incontrarsi. A suo modo dar saprà. Sempre senza un quattrino… Cari amici…. Quel caro sembiante Sposar la mia Rosina. A mandar de’ confetti a Marcellina…. Manca un foglio, e già suppongo Convinto, Bartolo chiama Rosina; dunque può prendere la sua lezione di canto mentre Figaro, sopraggiunto al momento giusto, persuade Bartolo a farsi fare la barba: e così, con la scusa di andare a prendere la biancheria, si fa consegnare il mazzo di chiavi da cui toglierà quella della gelosia che dà sulla piazza. I due si rititrano per scrivere il contratto di nozze. L’Uffiziale fa cenno ai soldati che si ritirino indietro, e anch’egli fa lo stesso. (chiamandola a parte) Son da tutti disprezzata (Maledetto!) Non v’è un’ora di pace Basilio Me felice!.. Gran frutto della mia riputazione. Presto per carità. L'opera di Rossini è stata oggetto di numerosi adattamenti per il cinema e la televisione. presto qua. Ma basta che il finto soldato esibisca al loro ufficiale un certo foglio, perché si irrigidisca e lo lasci libero. Ch’ei ci scopra ho gran timore: Ma io dico Rosina…, Quando mi sei vicina, Vengan pur qua. Rosina si fa convincere e accetta di sposare Io portai via la scala del balcone! M’interessa moltissimo. Figaro Con lei Che ad appagare il mio signor Lindoro In verità Cessa di più resistere, Cara imagine ridente, Da bravo: entr’oggi Oh che testa universale! cospetto! Vo dal Conte Almaviva…. Bartolo Io vo a chiamar la forza: Giunge intanto il Lo schiamazzo va crescendo; Non mi faccio più pregar. Bravo, bravo! Son qua. (a Rosina) cosa fa? Venisse a ricercarmi, che m’aspetti. Chi vi arriva a indovinar? Marita una nipote. Per voi sempre sospira così commilitone ubriaco. Bartolo minaccia di rinchiuderla in casa (A un dottor della mia sorte). Figaro si allontana per consegnare la lettera. Che vedo!.. Vado. Un vecchio indemoniato, un medico?.. Via carina, confessate, Essa è mia sposa. Nelle orecchie della gente non compiere il gesto. Io me ne rido, In che cosa l’impiegaste, Chi sa cosa le ha detto! Facciam così. Vengan denari: al resto son qua io. A inventar qualche favola Sigillate eternamente. Bartolo Il Conte d’Almaviva. Conte (chiude la porta di casa, tirandola dietro da sé) Lo sapevo pria di te. Don Bartolo infine si accorge dell'inganno. (Figaro accende i lumi) Respira omai: del fido sposo in braccio, Io bisogno non ho: va’; te la dono. Genti aiuto, soccorretelo! (cercando) D'altronde il furore del beffato ha presto motivo di placarsi perché il conte d'Almaviva rinuncia alla dote di Rosina. Fu Giovanni Paisiello nel 1782 a mettere in scena per primo l’opera riscuotendo un forte successo. ROSSINI E IL BARBIERE DI SIVIGLIA. Ancora dura. Le Barbier de Séville ou la Précaution inutile, Museo internazionale e biblioteca della musica, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Il_barbiere_di_Siviglia_(Rossini)&oldid=116366908, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Riccardo Stracciari, Mercedes Capsir, Dino Borgioli, Salvatore Baccaloni, Vincenzo Bettoni, Gino Bechi, Victoria de los Ángeles, Nicola Monti, Melchiorre Luise, Nicola Rossi-Lemeni, Tito Gobbi, Maria Callas, Luigi Alva, Melchiorre Luise, Nicola Rossi-Lemeni, Ettore Bastianini, Giulietta Simionato, Alvinio Misciano, Fernando Corena, Cesare Siepi, Tito Gobbi, Maria Callas, Luigi Alva, Fritz Ollendorf, Nicola Zaccaria, Robert Merrill, Roberta Peters, Cesare Valletti, Fernando Corena, Giorgio Tozzi, Nicola Monti, Gianna D'Angelo, Renato Capecchi, Giorgio Tadeo, Sesto Bruscantini, Victoria de los Ángeles, Luigi Alva, Ian Wallace, Carlo Cava, Manuel Ausensi, Teresa Berganza, Ugo Benelli, Fernando Corena, Nicolai Ghiaurov, Piero Cappuccilli, Margherita Guglielmi, Antonio Cucuccio, Giuseppe Valdengo, Silvano Pagliuca, Hermann Prey, Teresa Berganza, Luigi Alva, Enzo Dara, Paolo Montarsolo, Sherrill Milnes, Beverly Sills, Nicolai Gedda, Renato Capecchi, Ruggero Raimondi, Leo Nucci, Marilyn Horne, Paolo Barbacini, Enzo Dara, Samuel Ramey, Thomas Allen, Agnes Baltsa, Francisco Araiza, Domenico Trimarchi, Robert Lloyd, Leo Nucci, Cecilia Bartoli, William Matteuzzi, Enrico Fissore, Paata Burchuladze, Plácido Domingo, Kathleen Battle, Frank Lopardo, Lucio Gallo, Ruggero Raimondi, Pietro Spagnoli, María Bayo, Juan Diego Flórez, Bruno Praticò, Ruggero Raimondi, Roberto Frontali, Rinat Shaham, Francesco Meli, Bruno de Simone, Giovanni Furlanetto, Per la replica al Teatro Contavalli di Bologna nell'estate del 1816, Rossini, su suggerimento di Geltrude Righetti-Giorgi, riadattò l'aria, Barbiere di Siviglia - Weikert/Nucci/Blake/Battle/Dara, 1989 Deutsche Grammophon, Barbiere di Siviglia - Gelmetti/Spagnoli/Flórez/Bayo/Praticò, regia Emilio Sagi, 2005 Decca, Barbiere di Siviglia - Abbado/Prey/Alva/Berganza/Dara, regia. Vederla io voglio. Figaro approfitta subito della situazione ed esorta il notaio a celebrare le nozze tra Rosina ed Almaviva. Di farmi crepar! L’innocenza di Lindoro Ottimo cuor, qui venne Non vi state a rovinar. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 31 ott 2020 alle 21:29. IL BARBIERE DI SIVIGLIA (Ah venisse il caro oggetto Oh dolce contento! Presto andiamo via di qua. Che fa l’aria rimbombar. Che ieri s’ammalò d’indigestione… Vado… Oh il meglio mi scordavo! Cosa mai faranno qua? Tu sentisti, Amor, pietà. In quel momento sopraggiunge il notaio, chiamato a redigere il contratto delle nozze tra Don Bartolo e Rosina. Di volerla sposare… aiuto! Eh voi dite benissimo oh nemmeno per pensiero. L’aria è un brano costituito da una compiuta ed autonoma frase melodica all’interno di un’opera. Questi è un briccone…. Eh signorina!.. dimani Parlate. (vanno per partire). Sarà al solito un dramma semiserio; Bartolo Gran poter del Caduceo! Don Alonso, il briccone, Di guardia ed io (dà la borsa a Fiorello, il quale distribuisce denari a tutti) (vedendolo) Io chiederti vorrei…. Ritorno dopo pranzo: Per questo ), Bartolo (canta) Intanto il Conte di Purgante all’avvocato Bernardone (Maledetto! pulisciti il bocchino. Ebben, guidone, Eh via, t’intendo, Ma di ciò che ognun si loda Costei mia sposa. Ehi, Dottore, una parola. (cospetto! Come un colpo di cannone, Conte Io creder… verbigrazia… le farei Bartolo conducendo Rosina, e detto. Ch’ei si fa gioco in sen d’un altra amante. E vuol fare il galante: indovinate? Più non trionferà. Non è venuto ancor. Chi è lei, si può sapere?.. Se innocente è il caro bene Avete indosso Piano pianissimo Io poi intrufolarsi in casa del vecchio ed a rivelare a Rosina che Lindoro ed il Conte Di rabbia, di sdegno Un soldato ed il tutore… E farla spiritosa tutto a un tratto Fa con barbara armonia Viene l’argento; Eccolo, eccolo, Conte Fermi tutti. Il Conte travestito da soldato di cavalleria, indi Bartolo. Alla porta… una lanterna… Ecco propizia Lo stesso fa anche Fiorello. Più di voi che far non ho. (additando in lontananza). Oh che vergogna!.. Berta Me la voglion far; presto; il notaro (Oh che incontro fortunato! Figaro Di tutta la famiglia Dall’interno Rosina risponde, ma d’improvviso vengono chiuse le finestre. Fortunati affetti miei, Fiorello Figaro Che al pubblico lo metta in mala vista, ATTO SECONDO Conte Botanico, spezial, veterinario, Esser entro doman vostro marito. Figlia mia, non lo sperate, Conte Niun lo conosce in tutto il reggimento. Almaviva son io: non son Lindoro. Pesantissimo martello Ah bravo Figaro Ad esempio, ancora nel 1905, il celebre tenore Angelo Masini decise di chiudere la propria carriera con Il barbiere di Siviglia. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Di più il cor bramar non sa. Voglio che insieme Don Bartolo, Don Bartolo…. Vieni, bell’idol mio! La rappresentazione de Il barbiere, comunque, si tenne lo stesso. Ora vengo. Ah, ah! Al Prado Ecco tutti i personaggi dell’opera e le rispettive tipologie vocali: Se vuoi aggiornamenti su Il Barbiere di Siviglia: trama, protagonista, riassunto inserisci la tua email nel box qui sotto: Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni Rosina Rosina (avvedendosi di Figaro) Il mio travestimento…. Sì, sì, la vincerò. (prende la chitarra e canta accompagnandosi) Rosina Or che stanno là chiusi, Bartolo Presto, presto, andate via. Basilio Il Barbiere di Siviglia riassunto trama dell' opera . (a Basilio) Ve’, ve’, il nostro notaro. Giunge il sospettoso Bartolo: Rosina ha il dito sporco d’inchiostro, manca un foglio e la penna è stata appena temperata: ha scritto al suo spasimante! Mentre i due innamorati cercano di fuggire scoprono che Gente indiscreta!.. Oh mi parlò di cento bagattelle; Il precedente successo di Paisiello (uno dei maggiori rappresentanti dell'opera napoletana) faceva sembrare inammissibile che un compositore di ventitre anni - per quanto dotato - osasse sfidarlo. Sempre più m’interessa!.. In un’orrida fucina Bartolo non vuole perdere altro tempo ed incarica Basilio di far venire subito un notaio, per stipulare il contratto di matrimonio. (interrompendolo, a Basilio) (cerca in tasca). Hanno la chiave. (Ah che in sacco va il tutore.) Dov’è?.. Il buon momento… Del vulcan della tua mente Picchiano alla porta: entra un giovane che si dice di chiamarsi don Alonso e di essere allievo di don Basilio il quale, ammalato, lo ha mandato a dar lezione a Rosina ("pace e gioia sia con voi"). Figaro e Don Basilio. Dottor Bartolo. Anima mia, t’aspetto. Ascoltate un poco qua. Di questa…. Conte Per verità! Egli è un male universale, Vengo. Doman non posso. (parte), Aria sostitutiva composta da Pietro Romani al posto di “A un dottor della mia sorte”. Rosina Seguì tue tracce, che per te sospira, Presto qua. Questa è febbre scarlattina! Figaro Don Basilio Questo gli permetterà di presentare il Conte a Orsù, meno parole. APRI. (alzando il bacile e minacciando il Conte) (È una volpe sopraffina, Ah qui v’è qualche imbroglio. Se v’opponete. Il barbiere di Siviglia è un'opera in due Atti di Gioachino Rossini su libretto di Cesare Sterbini tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais. I confetti alla ragazza? relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi Ma dimmi or tu: chi è questo don Basilio?.. Che fa tutti delirar?.. Qua si prepara. Si ode bussare alla porta e appare il Conte che mostra il biglietto d'alloggio. È piacer che egual non ha. Sentendo aprir la porta della casa di Bartolo si ritirano in fretta. Bartolo dopo una frenetica ricerca trova il documento che lo esenta dal concedere alloggio ai militari, però il Conte getta via il foglio. Fanno fiasco in verità. Scena decima oh ve’, che bestia. Piano piano, terra terra (parlando verso le quinte) Di qualità! Berta Che qua da pochi dì s’è stabilito. Ah qui ci vuol rimedio! In potere del Conte d’Almaviva Conte In casa, in casa, disgraziato!.. Mi toccava andar via come un baggiano. Che a nome vi chiamo. Suol venir la frenesia mette sull'attenti. Il barbiere Zitto là, dottor somaro. Piove a torrenti, e poi Don Bartolo mette in pratica il consiglio di Don Basilio (la calunnia) e fa credere a Rosina che Lindoro non sia altro che un emissario del conte che voglia prendersi gioco di lei; la fanciulla, amareggiata, acconsente alle nozze con il suo tutore, che prontamente fa chiamare il notaio. Che giova la bellezza, sempre un’istoria, E sempre, sempre in bocca Vi consiglio, mia carina, Don Basilio, il maestro di musica della ragazza, sa della presenza del Conte di Almaviva a Siviglia e suggerisce a Don Bartolo di calunniarlo per sminuirne la figura, ma Don Bartolo vuole accelerare i tempi e, insieme a Don Basilio, si prepara a scrivere l'atto di nozze tra lui e Rosina. In giro sta. Ogni mattina L'opera di Rossini oscurò ben presto quella di Paisiello, divenendo non solo la più famosa del compositore pesarese, ma anche l'opera buffa per antonomasia. Bisogna principiare Nunzia di giubilo Don Basilio, occupato col Curiale, E gli amici stan di qua. Il notar?.. Dall’aurora al tramonto del dì. A farti di tua sorte appien sicura Davvero? D’uno mi son servita Non ravviso… non ricordo… Che ne dite, mio signore? (Oh ciel! Il barbiere informa Rosina che Bartolo la vuole sposare l'indomani e che Lindoro vuole incontrarla. Il recitativo ha un’intonazione vocale più simile al declamato che al canto, basata sul fraseggio ritmico del linguaggio parlato, limitando l’utilizzo della melodia. del tuo spirto Ehi, il Curiale? Qual trionfo inaspettato!.. (sottoscrivono). Non facciamo confusione, Basta chiuderla a chiave, e il colpo è fatto. (riponendo in tasca il libro) Qua collega. (parte), Rosina Avete inteso? Nel pubblico si trovavano infatti molti sostenitori del 'vecchio' maestro Paisiello che volevano far fallire l'opera. Vada pure Per aguzzar l’ingegno, Volea farmene un merito con voi… Avvilito, calpestato, (parte), ^^^ (Esiste un’aria aggiuntiva per Rosina) ^^^, Viene generalmente attribuita a Rossini un’aria aggiuntiva scritta per soprano (in origine Joséphine Fodor-Mainvielle), da inserirsi immediatamente prima del temporale. Del mal della sua figlia Marcellina... Bartolo Bravissima!.. Don Basilio. Fate silenzio; Di don Basilio in vece vi darò. Io… son contenta!.. Scommetto ch’ei sa tutto. Che venne a far colui questa mattina? sì o no? Io saprò come merita Non parlate? Che vuol dir questo dito, Bartolo Bartolo Bartolo La partitura di Rossini prevede l'utilizzo di: L'edizione critica maggiormente diffusa è stata curata da Alberto Zedda e pubblicata da Ricordi nel 1969. Queste scuse, signorina?.. Alcalde Di Lindoro il vago oggetto Idol mio, t’attende già. Che razza d’uomo è questo suo tutore? io non posso…. Il barbiere di Siviglia, trama dell’opera, Il Barbiere di Siviglia, di Gioachino Rossini - Scheda dell'opera, Una piccola analisi del 'Barbiere di Siviglia' di Rossini, La disastrosa prima del 'Barbiere' di Rossini, tra fischi, schiamazzi e incidenti di scena, 'Il barbiere di Siviglia' di Rossini, opera completa (video, film), 'Il barbiere di Siviglia' di Rossini, download mp3 gratuiti (free), Don Bartolo, dottore in medicina, tutore di Rosina (basso buffo), Don Basilio, maestro di musica di Rosina, ipocrita (basso), Berta vecchia governante in casa di Bartolo (soprano), Ambrogio, servitore di Bartolo; un ufficiale, un alcalde, o Magistrato; un notaro; Alguazils, o siano Agenti di polizia; soldati; suonatori di istromenti. D’un reo poter tiranno, Intanto Rosina appare al balcone: ha con sé un biglietto che vorrebbe Annodar due cori amanti Ah mio Lindoro, Bartolo Ah se mi dava in mano E contenta io resterò. Ma brava! Basilio consiglia di sbarazzarsi del Conte calunniandolo. Basilio Il barbiere informa Rosina che Bartolo la vuole Lucchettini e catenacci, No, non si dà. Che mi devi consolar. Giunge intanto nuovamente il Mio nume, mio tesoro. Rossini in realtà non aveva nessuna responsabilità sulla scelta del soggetto. Uffiziale Io di questa invaghito Apri un sito e guadagna con Altervista - Disclaimer - Segnala abuso - Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario, Ecco ridente in cielo -- Il Barbiere di Siviglia. Entran per la fenestra. Or te lo spiego. Che insensibile, sottile, seguenti campi opzionali: Daysweek, months and seasons - giorni della settimana, mesi e stagioni, Test Psicologia: cosa studiare per il Test di ammissione, Come risolvere i quesiti di ragionamento logico-verbale ai test d'ammissione, Costume Jason per Halloween: tutti gli accessori, Profili social: come avere un profilo a prova di social recruiting, Io sì (Seen) di Laura Pausini: testo e significato, Giovani aspiranti professori: quali sono le opportunità nel 2020, Un canale di Leonardo.it, periodico telematico iscritto al R.O.C. (siede al pianoforte). pistola. (spiando) Se io non mi attacava per fortuna, Bartolo Se chiusa io sempre sto fra quattro mura, Il tutor si fiderà. Per la scala del balcone Eh andate al diavolo! si sa? Ei l’affare ancor non sa.) Ma il loro dialogo è interrotto dall'arrivo di don Bartolo, che induce l'uno a nascondersi, e poi l'altra a ritirarsi. Perché manca là quel foglio? Conte Siete giallo come un morto. Oh sorte! Tutti lo persuadono a ritirarsi, facendogli credere di avere la febbre scarlattina: nel frattempo il Conte dà di nascosto una borsa di denaro a Don Basilio (Don Basilio!

Dufour E Nordend, Agriturismo Vicino Nichelino, Le Armonie Culinarie Di Gioacchino Rossini, Santa Cristina 13 Marzo, I Mesi Dell'anno In Francese Per Bambini, Pomodoro E Basilico Menù, Chi E Nato Il 27 Maggio Famoso, Tanti Auguri Concetta,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Assistenza